Marina Senesi

Marina Senesi, autrice e attrice formatasi alla scuola del Teatro Stabile di Genova, si divide fra teatro, radio, spettacolo e informazione.

Voce conosciuta al pubblico di Rai Radio 2 per i programmi Caterpillar, Camper e Libro Oggetto, nonché per le sue performance ideate in collaborazione con LIBERA Contro le mafie, si dedica da qualche anno al teatro di narrazione e docu/teatro.

Insieme a Sabrina Giannini, giornalista di Report (Rai 3), ha elaborato La Vacanza, pièce di teatro civile sul caso di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, giornalisti italiani uccisi a Mogadiscio nel 1994. Il monologo, dopo aver debutto nel 2007 in occasione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi ed essersi aggiudicato il Premio Anacapri per il Teatro nello stesso anno, è stato riproposto ogni anno a marzo fino allo scadere del ventennale dell’uccisione dei due giornalisti (2014).

Per ZELIG/Teatro ha firmato insieme a Giancarlo Bozzo la regia di Hai da spegnere? sul tema delle dipendenze.

Per Europa Donna, il movimento che rappresenta i diritti delle donne nella prevenzione e cura del tumore al seno nato nel 1994 da un’idea del Professore Umberto Veronesi, ha affrontato il tabù della malattia con il testo Se si può raccontare, di cui è autrice e interprete.

Attualmente porta in scena lo spettacolo di docu/teatro Doppio Taglio, di cui è adattatrice e interprete. La pièce, che ha debuttato al Teatro Franco Parenti di Milano, ha ad oggetto le modalità con cui i media raccontano la violenza sulle donne. Lo spettacolo è stato scelto dal Comitato Pari Opportunità RAI e riconosciuto dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti per l’assegnazione dei propri crediti formativi.

Per Edizioni IlSole24Ore, ha pubblicato Un’argonauta contromano – Da Milano a Senigallia pedalando sulle vie d’acqua. Diario di un viaggio in slow economy.

Con VandA ha pubblicato il testo teatrale Se si può raccontare (VandA ePublishing, Milano, 2013).

 

Per altre informazioni: www.marinasenesi.it