Alessandro Gori

Alessandro Gori nasce ed abita nella campagna della Val di Chiana.
Avendo il buon gusto di non far valere nella vita la sua Laurea in Psicologia, dal 2005 cura il blog Lo Sgargabonzi, una pagina dai contenuti provocatori, umorismo nero pece e popolata da personaggi tragicomici. Nel 2013 Lo Sgargabonzi diventa anche una pagina Facebook (https://www.facebook.com/sgargabonzi).
Nello stesso anno esce in libreria “Le avventure di Gunther Brodolini”, un romanzo di formazione atipico e psichedelico, una sorta di Gian Burrasca del dopobomba che narra di un moccioso tanto tenero quanto necrofilo a zonzo per un mondo più marcio di lui. Nel 2014 è uscito il suo secondo libro, l’opera parzialmente autobiografica “Bolbo”, scritto insieme all’amico Gianluca Cincinelli, a cui ha fatto seguito “Il problema purtroppo del precariato” l’anno successivo. Ha pubblicato articoli di satira e fumetti su Linus e sul portale Pixarthinking, con incursioni su Rolling Stone e Internazionale, e ha collaborato agli album musicali di San Diego e de Il Lungo Addio. Definito su Internazionale “il miglior scrittore comico italiano” in un lungo articolo di Claudio Giunta e poi al centro di un’invettiva in un’intervista di Daniele Luttazzi.
A settembre 2018 è uscito il suo nuovo libro per Minimum Fax: “Jocelyn uccide ancora”. Negli ultimi cinque anni ha portato in giro per l’Italia il suo spettacolo “Lo Sgargabonzi Live!” in più di 150 date, tra cui a Zelig, Monk, Quirinetta, Santeria Social Club e recentemente chiamato dall’assessore alla cultura Christian Raimo a Grandecomeunacittà, rassegna del III Municipio di Roma.